Porte > Tagliafuoco


Le porte tagliafuoco o REI forniscono una elevata resistenza al fuoco e viene quindi usata come sistema di protezione passiva per ridurre la diffusione di fiamme o di fumo tra i compartimenti e per assicurare un’uscita sicura da un edificio o struttura.

REI è un acronimo che serve ad indicare la resistenza al fuoco di un elemento costruttivo (componente o strutturale) e compare nell’Allegato A del D.M. del 30 Novembre 1983.

  • R, indica la stabilità intesa come attitudine a conservare la resistenza meccanica sotto l’azione del fuoco;
  • E, indica la tenuta ai fumi intesa come attitudine a non lasciare passare né produrre (se sottoposto da un lato all’azione del fuoco) vapori o gas caldi sul lato non esposto.
  • I, indica l’isolamento termico inteso come attitudine a ridurre entro un certo limite di tempo la trasmissione di calore.

I numeri che seguono la sigla stanno ad indicare i minuti di stabilità, tenuta ed isolamento termico in caso di incendio. Ad esempio REI 120 indica che i tre criteri sopra citati saranno rispettati per 120 minuti, ossia 2 ore dallo scoppio dell’incendio.

Sia l'anta della porta che l'intelaiatura debbono rispettare i requisiti forniti dall'agenzia certificante i prodotti. L'intelaiatura include i sigilli per il fuoco o fumo, la porta e la struttura che tiene la porta tagliafuoco assemblata sul posto. L'insieme di questi componenti formano un assemblaggio che ha un numero di rating, quantificato in ore di resistenza attraverso un test di incendio. Tutti i componenti dell'assemblaggio di una porta tagliafuoco devono recare un'etichetta di certificazione per assicurare che i componenti siano stati testati a rispecchiare i requisiti di una valutazione antincendio. Sono possibili porte taglia fuoco per tutte le esigenze, un’ampia scelta che va dai materiali (legno, acciaio, vetro ecc) alle dimensioni.

Lo sapevate che...